Come pulire pavimenti esterni ruvidi

Guida alla pulizia dei pavimenti esterni di diverso genere

Come pulire i pavimenti esterni ruvidi

Questa guida spiega come pulire i pavimenti esterni ruvidi da diverse tipologie di sporco, dal più semplice a quello più complicato. La cosa che rende ancora più difficile a togliere lo sporco, è proprio la caratteristica più bella di questi pavimenti, la loro superficie non liscia. Questo avviene perché quando piove, l’acqua che scorre sul pavimento porta con se lo sporco che rimane nelle irregolarità del pavimento. Con l’andar del tempo questo sporco rischia di infiltrarsi nella porosità del pavimento rimanendo fissato in modo quasi indelebile. Dico quasi per il semplice motivo che a seconda del tipo di macchia dipende la difficoltà alla rimozione. Se la macchia è causata da polvere stagnata a causa dell’acqua, basterà una spazzolata e andrà via. Se invece si tratta di una macchia di olio, la sua rimozione comporterà un lavoro un po’ più faticoso.

leggi pure : come togliere macchie di ruggine

Come pulire i pavimenti esterni

Per pulire i pavimenti esterni in modo semplice bisognerebbe almeno una volta a settimana lavarli con dell’acqua data anche col tubo di gomma. Se ci sono zone dove risiede un po d’acqua magari in prossimità di un angolo, conviene aiutarsi con una scopa. Tante volte capita che ci siano problemi di pendenza che non è stata calcolata bene in funzione al pavimento; Questo comporta che le zone dove rimane l’acqua siano troppe e quando il pavimento asciuga si notano le chiazze. Se invece usiamo un idro pulitrice che ha una pressione superiore al tubo di gomma, possiamo lavare il pavimento esterno anche una volta al mese. Questo perché nelle zone dove lo sporco è più forte, si riesce a portarlo via grazie alla pressione del getto d’acqua.

Pietra effetto bagnato grazie a questo prodotto

Come togliere macchie di olio

Nel pavimento esterno non è difficile trovare macchie d’olio questo perché è possibile che sia adibito anche a parcheggio. Se il pavimento è costituito da pietra come il porfido, se non si agisce in tempi brevi, la macchia può penetrare in profondità. Basti pensare che se è in corrispondenza della fuga in cemento, questa diventerà nera nel giro di poco tempo. Se la macchia è sopra la pietra, si può rimuovere con l’aiuto dell’acido muriatico, cosa che è impossibile sul cemento perché lo corroderebbe. Mentre la macchia sulla pietra andrà via senza tanti problemi. Per pulire la fuga, sarebbe consigliato rimuovere la parte macchiata e ripristinarla con un impasto nuovo. Usare detergenti va bene per lo sporco normale, contro le macchie forti ci vuole un prodotto molto aggressivo. Se vi piace vedere la pietra lucida ci sono dei prodotti che lo rendono idrorepellente e allo stesso tempo effetto bagnato.

Precedente Come togliere le macchie di ruggine dal pavimento Successivo Serra da balcone fai da te ecco come realizzarla