Pavimento in ciottoli : caratteristiche posa e manutenzione

Pavimenti per esterni

pavimento in ciottoli
Pavimento in ciottoli

Il pavimento in ciottoli è una tipologia di pavimentazione usata per le aree esterne. La bellezza di questo materiale rende possibile tantissime tipologie di pavimentazione che si differenziano nella posa. I pavimenti in ciottoli sono molto resistenti e trovano massimo impiego nelle zone carrabili. Essendo un materiale molto duttile si presta tantissimo in composizioni abbinate ad altre pietre.

Pietra-Led per pavimenti in ciottoli

Caratteristica del materiale

I ciottoli sono pietre di diverse forme e misure arrotondate e lisce; levigate in modo naturale dallo sfregamento continuo con altre pietre; tutto questo è causato dallo scorrere dell’acqua nei fiumi, o nei mulinelli che creano le onde del mare. In questa fase le pietre vengono trasportate in grandi quantità e questa centrifuga naturale regale queste forme alle pietre. Ed è per questo che i luoghi dove si trovano tantissimi ciottoli sono i letti dei fiumi o le rive del mare.

Leggi pure: Scelta dei pavimenti

Le varie dimensioni di ogni singolo pezzo e l’enorme quantità di colori, rendono i pavimenti in ciottoli opere uniche. La duttilità di questo materiale, rende possibile l’utilizzo per diverse finalità di impiego in diverse forme. L’impiego può essere a singoli pezzi o in agglomerati cementizi; questo permette tantissimi margini di impiego nella pavimentazione come nei rivestimenti di opere di ornamento.

Fontanella-da-interni

Tipologia di intervento

In questo articolo ci occuperemo del ripristino di un pavimento in ciottoli singoli. Come per un qualsiasi pavimento in ciottoli può capitare per diversi motivi che una sua parte si danneggi. Per poter rimediare dobbiamo sapere come agire ma sopratutto come è fatto questo tipo di pavimento.

Modalità di posa pavimento in ciottoli

I ciottoli possono essere posati a secco o con allettamento di sabbia e cemento. Il sottofondo reso duro e ben battuto per dare maggior consistenza e robustezza; allo stesso tempo renderlo anche carrabile. Non è necessario fare una base in cemento sopratutto se si decide di metterli a secco; per diversi motivi tra i quali, la perdita del drenaggio e la scarsa consistenza dell’intera pavimentazione.

Casa-giochi

Nella posa a secco per preparare il fondo dobbiamo prestare attenzione. Il tipo di terreno se non è fermo conviene usare dei materiali alternativi.

Il sottofondo per pavimento in ciottoli

Lo stabilizzato è un materiale idoneo. Una volta rullato diventa abbastanza duro con una forte tenuta; e garantisce anche un ottimo drenaggio. Ottimo supporto sul quale mettere lo strato di terra dove andremo a posare i nostri ciottoli dando le pendenze e forme che vogliamo.

Idea regalo : Buoni acquisto Amazon

Lo strato di terra non deve superare i 5 cm di spessore e deve essere compattato . Questo rende possibile poter piantare ad uno ad uno i vari sassi battendoli con una mazzetta di gomma per non rovinarli; man mano che si va avanti con la pavimentazione bisogna buttargli sopra altra terra a coprire i ciottoli e batterli con la mazzetta e una tavola di legno. In questo modo si compattano le pietre e la terra, poi con l’aiuto di una scopa portiamo via la terra in eccesso. Dopo averli puliti li innaffiamo con dell’acqua per agevolare il compattamento in modo che tutto lo strato una volta asciutto risulti un blocco unico.

Pavimento in ciottoli su cemento

Il procedimento per la posa con sabbia e cemento è un po diverso. Prevede che una volta compattato il sottofondo al posto della terra si stende sabbia e cemento dallo spessore non superiore ai 3 cm. Sopra di essa vengono posate le pietre facendo attenzione che tra le pietre il cemento non rimanga molto alto; e se capita bisogna toglierlo per lasciare il posto poi allo strato di terra che coprirà il cemento. Questo favorirà la crescita dell’erbetta che darà al pavimento un bell’effetto.

Precedente Parete in cartongesso guida al suo utilizzo Successivo Piante da balcone