Porte da rifare: col fai da te è meglio

Guida su come procedere per rinnovare le porte riducendo i costi

Porte da rifare col fai da te è meglio, è una guida che vi aiuterà a decidere cosa fare se comprarne di  nuove  o rifare quelle esistenti scegliendo anche se farle da se.
Porte da rifare

Quando ci accorgiamo che le nostre porte interne cominciano ad accusare qualche segno di cedimento la preoccupazione ci assale. Si sa che da qualsiasi parte cerchiamo di affrontare il problema, finirà per costarci un bel po’ di soldi e qualche problema. Le possibilità sono due, o ripristinare quelle esistenti, o comprarne di nuove; la differenza c’è e per capire esattamente a cosa andiamo contro basta leggere questa guida; per avere le idee chiare analizzando attentamente tutte le situazioni in gioco.

Porte quale rimedio scegliere

  1. Comprare porte nuove
  2. Porte standard
  3. Porte su misura
  4. Rifare quelle esistenti

* Comprare porte nuove

Questa soluzione tante volte sembra essere la migliore delle opzioni possibili per via che si ha la possibilità di scegliere quello che piace. Ma anche questa nasconde delle incognite che così su due piedi non si scorgono se non si analizza bene la situazione. Cerchiamo di scovarle insieme, tra l’altro questa guida Porte da rifare col fai da te è meglio è nata apposta per questo. Le tipologie di porte sono tantissime, e non sempre riusciamo a trovare quella che fa per noi; vuoi per lo stile, o magari il colore e via dicendo. Ma questo ci conduce a due strade che analizziamo nel capitolo seguente.

* Porte standard

Se la nostra scelta cade sulle porte già confezionate, dobbiamo verificare diverse cose. Iniziamo cercando di capire con quale materiale è fatta la nuova porta; ci sono porte in pvc, di legno, a vetro, ma anche di finto legno. Quello che dobbiamo guardare non è solo il prezzo, perché quello che risparmiamo oggi, lo pagheremo più caro domani. Quindi andare su un materiale solido e che sia stato lavorato bene, altrimenti meglio spostare lo sguardo altrove.

Le misure sono importanti

Altra cosa e forse la più importante da osservare, sono le misure; se le misure non sono uguali a quelle che abbiamo in casa, questo ci porta a dover modificare le pareti. Tradotto in soldoni significa affrontare spese aggiuntive non indifferenti e disagi in casa per via dei lavori da affrontare. Dover ridimensionare il vano porta significa spaccare muri mettere telai nuovi ricostruire le porzioni di muro e per ultimo pitturare tutto.

* Porte su misura

Questa soluzione delle porte interne su misura di solito è la più gettonata per diversi motivi; la possibilità di scegliere il materiale, le misure e le rifiniture, e gli accessori che sono importanti. Analizziamo questa fase. Si inizia chiamando un professionista che verrà in casa, constaterà la situazione attuale, e scegliendo assieme il materiale da utilizzare, vi presenterà un preventivo. A questo punto saprete che le misure sono quelle che avete adesso, il materiale è buono, e il prezzo definitivo senza nessuna spesa extra imprevista.

Inizialmente guardando solo il prezzo molti si scoraggiano erroneamente perché fanno confronti con materiali completamente diversi. Vogliamo mettere una porta in legno massello con una porta di cartone che costerà 100 euro ? Sta tutto lì il segreto. La prima durerà una eternità, la seconda dopo qualche anno sarà da cambiare. Quindi come consiglio, fate attenzione a questo particolare molto importante. Tra l’altro con le porte su misura, non si devono fare lavori aggiuntivi sui muri.

* Rifare quelle esistenti

Questa opzione di solito è la più economica ma per sceglierla, bisogna tenere presente alcune cose. Per prima cosa bisogna capire che tipo di materiale abbiamo in casa, se è materiale scadente conviene rifarle nuove. Se invece il materiale è legno anche se compensato tamburato; ristrutturarle conviene sempre, e vi assicuro che se il lavoro è fatto bene, il risultato sarà eccezionale. Evitate completamente se il materiale è truciolato, su questo qualsiasi cosa si faccia non durerà per molto.

Anche per questo tipo di intervento si può chiamare un professionista che vi spiegherà che tipo di lavoro farà sulle porte, e a quale costo. Oppure se si ha un minimo di abilità nel lavoro manuale e quindi saper utilizzare degli arnesi; potete seguire questa guida dove viene spiegato e illustrato il lavoro da fare per ottenere un ottimo risultato a costo ridotto.

Precedente Inverter fotovoltaico come scegliere quello giusto Successivo Porte fai da te come ristrutturarle facilmente