Crea sito

Messa a dimora delle piantine per ortaggi

Messa a dimora delle piantine

La messa a dimora delle piantine per ortaggi sembra a prima vista una cosa molto difficile. In questo articolo mostreremo il contrario, e quanto sia facile creare un piccolo o grande orto. Nel video allegato, sarà mostrato come fare, dall’inizio fino alla fine della fase. Quello da tenere in considerazione, è sapere le basi essenziali, per evitare di stressare molto la piantina, che in questa fase è molto fragile.

Che si faccia un orto in campo aperto, o su balcone o terrazza, la cosa non cambia molto, ma le differenze sono evidenti. Un fatto è trapiantare piantine in vaso, ed un altro è metterle in campo aperto, dove gli aspetti da tener presente sono tantissimi. Il primo è che se siamo in terrazza o balcone, sappiamo che le nostre piante corrono pochi rischi; mentre a campo aperto, le insidie sono tante. Vediamo adesso quali sono le differenze.

Messa a dimora delle piantine per ortaggi in campo aperto

A seconda del posto dove si trova il nostro campo, è da tener presente che tipo di fauna ci sia in zona. Questo perché se ci sono conigli, se non si proteggono le piantine, saranno la loro cena. Quindi dobbiamo sistemare le piantine, dentro una zona sicura, magari recintandola con della rete o barriere di qualsiasi genere. Una piantina attaccata dagli animali, non avrebbe nessuna possibilità di sopravvivere. Quindi una volta recintata l’area, bisogna rendere il terreno idoneo alla messa a dimora. Teniamo le piantine ad una distanza di cm 50 l’una dall’altra nella fila; e lasciamo uno spazio di circa 70/80 cm tra le file come passaggio.

Terriccio completo universale di qualità

Quando facciamo la buca, non andiamo tanto in profondità, e rendiamo una buona parte della terra circostante, friabile; in modo che le teneri radici non facciano fatica ad affondare nel terreno. Quando tirate la piantina fuori dalla vaschetta, se a contenere le radici c’è una retina, toglietela; se non è presente, mettete la piantina nella buca, così come è. Ricoprendo le radici con la terra, facciamo una leggera pressione, e alla fine annaffiamo senza bagnare le foglie della piantina. Nel primo periodo bisogna annaffiare anche una volta al giorno; sopratutto se è una zona molto calda.

Messa a dimora nei vasi

Se il nostro orto è su un balcone o terrazzo, i rischi di animali è quasi nullo, come gli agenti atmosferici possono essere controllati. Quello che bisogna fare prima di procedere al trapianto, è quella di tirare fuori la terra già presente; e mischiarla con del terriccio nuovo, magari della sabbia fine e del concime. Usare dei vasi idonei in proporzione della pianta che metteremo a dimora, per evitare che le radici possano crescere bene. Per una guida su come creare l’orto su balcone o terrazza, segui questa guida. Il procedimento della messa a dimora è uguale a come descritto sopra.