La crepa nel muro cause e rimedi

Cause e rimedi per la crepa sul muro

La crepa nel muro

Hai notato una crepa nel muro e adesso ti stai chiedendo se è spuntata da poco oppure è li da chissà quanto tempo e non ci avevi mai fatto caso. Fatto sta che però adesso non ci dormi la notte perché non ti sai rendere conto della sua gravità. Non ci sono problemi, questa guida: La crepa nel muro l ‘ ho scritta apposta per aiutarti a capire di cosa si tratta.

INDICE DEL POST

  1. Perché si manifesta la crepa
  2. Differenze tra le crepe
  3. Le linee sui muri
  4. Le lesioni gravi
  5. Crepe sui muri interni

1) Perché si manifesta la crepa

La crepa nel muro può manifestarsi per tanti motivi dovuti anche sopratutto alla tipologia di muro e molto spesso non sono pericolose. Tuttavia possono essere rivelatori di problemi che non riusciamo a comprendere con un semplice sguardo; ma facendo una accurata indagine possiamo capire da cosa è causata e cosa nasconde, e come intervenire per risolvere il problema.

Leggi pure: Come eliminare la muffa

2) Differenze tra le crepe

Iniziamo adesso a capire la differenza tra le crepe sui muri analizzando ad una a una le varie tipologie. Una distinzione va fatta intanto in base al tipo di muro; se è perimetrale o interno. Nel primo caso potrebbero essere interessati i pilastri; ed allora il discorso si potrebbe fare anche un po più serio; visto che parliamo della struttura portante dell’edificio.

Mentre nel secondo caso trattandosi di tramezze divisorie le crepe nei muri non comportano rischi particolari. Questi possono essere causate da normali movimenti di assestamento dell’edificio; la linea che si forma interessa solo l’intonaco e no il muro in se stesso. In questi casi, la malta che unisce i mattoni che formano la parete fa da cuscinetto, e attutisce il movimento evitandone la rottura.

3) Le linee sui muri

Le linee sui muri perimetrali se sono verticali e in prossimità del pilastro si verificano per assestamento. La parete di mattoni che si trova tra i due pilastri, muovendosi, segna l’intonaco al punto proprio di giunzione tra muro e pilastro. In caso di scosse di terremoto, le linee che si creano nelle pareti esterne sono sia verticali che orizzontali. Comunque sempre ai confini della parete, laterali per quanto riguarda i pilastri.

Quelle orizzontali sono in alto perché sotto la trave del solaio, e questo perché sono due corpi appoggiati senza nessun punto di unione. La lesione si forma lungo il punto di giuntura, cosa che invece non avviene tra i pilastri ed il solaio, perché questi sono collegati internamente da armatura in acciaio.

Per rendere meglio l ‘ idea: se prendiamo una fila di mattoncini lego, e li mettiamo uno sopra ad un altro senza legarli; alla minima spinta questi cadono e si disuniscono. Ma se dopo averli messi uno sopra ad un altro, li foriamo tutti da il primo di sopra fino a quello di sotto; e passiamo dentro un filo di ferro, dopo anche se diamo una bella botta, i mattoncini non si disuniscono.

Ecco questa è la differenza tra la legatura tra pilasti e solaio, e muro e solaio. Anche le travi in cemento armato possono segnare delle lesioni che possono essere causate da problemi di corrosione dell’armatura dovute ad Infiltrazioni d’acqua, o da assestamento della struttura, ma mentre nel primo caso, la lesione viene formata da un rigonfiamento del cemento copri ferro causato dalla ruggine che ha attaccato il ferro di armatura per via dell ‘ acqua, nel secondo caso, sono delle micro lesioni che sono anche difficili da notare.

Anche le linee in prossimità dei pilastri, e circoscritte solo in alcune zone e non lungo tutta la sua altezza; possono essere causate da infiltrazioni d’ acqua. In questi casi, notiamo sempre dei rigonfiamenti. In questi casi conviene intervenire in tempo, per evitare che la corrosione con l ‘ andar del tempo possa intaccare pesantemente l ‘ armatura. Questo riduce la sezione del ferro fino a causarne la completa scomparsa rendendo la struttura debole.

4) Le lesioni gravi

Le lesioni più gravi sono quelle dove il distacco tra le parti è molto più segnato; quindi lo spazio tra le due parti consente anche di vedere dall’altra parte della parete. Ma queste si verificano di solito quando c’è in atto un cedimento strutturale. Le crepe del genere si possono scovare nelle case antiche dove non viene fatta la normale manutenzione. Sopratutto, perché non essendoci strutture in cemento armato, il cedimento della base del muro, col tempo è più probabile.

5) Crepe sui muri interni

Le crepe sui muri interni sono più probabili. Trattandosi di pareti più sottili a volte possono essere causate anche da uno sbattere della porta in modo violento. Anche movimenti di assestamento provocano delle vibrazioni che questo tipo di parete non assorbe come quelle perimetrali. Questo causa i segni, anche perché i muri perimetrali sono sempre su travi, mentre quelle interne sono sul solaio.

E’ anche vero che in questo ultimo esempio, si nasconde un non perfetto lavoro svolto al momento della costruzione. Se il lavoro viene fatto a regola d’ arte, difficilmente si verificano delle lesioni. Anche in prossimità degli impianti è possibile vedere dei rigonfiamenti con delle crepe nei muri interni; causate anche queste da perdite degli impianti stessi. Per concludere in presenza di crepe con distacco vistoso è sempre bene farle visionare da persone competenti. Anche per avere un quadro preciso della situazione, e capire seriamente di cosa si tratta.

Precedente Infissi quali scegliere guida alla scelta e consigli utili Successivo Lampade da parete guida su scelta e installazione