Infissi quali scegliere guida alla scelta e consigli utili

Guida alla scelta dei materiali giusti

Infissi quali scegliere

Scegliere è sempre difficile sopratutto quando riguarda cose di cui sappiamo poco o nulla. Quindi nel caso specifico degli infissi quali scegliere ; le domande che ci facciamo difficilmente trovano risposte. Ma sopratutto generano dei dubbi; perché di solito quelli a cui chiediamo informazioni sono quasi sempre persone del settore. Certo esperti ma anche interessati; e tendono ad influenzarci per far cadere la scelta su quello che più a loro conviene e non a noi.

Noi che dobbiamo acquistare quindi; siccome la scelta degli infissi è importante, visto che è un investimento non indifferente e anche duraturo. Siccome non lo si cambiano spesso quello che ci occorre sapere è sopratutto la durata dei materiali che scegliamo. Anche altri piccoli particolari che non si conoscono tanto ma che fanno la differenza. Andiamo a scoprire quali caratteristiche hanno e le differenze dei materiali che si trovano sul mercato.

TIPOLOGIA DI INFISSI

  1. L’alluminio
  2. Il Pvc
  3. Il legno


Leggi pure: Come sostituire le aste della tapparella



1) L’ alluminio

Quando parliamo di alluminio la prima cosa che ci viene in mente è la sua leggerezza e nello stesso tempo resistenza. Ma anche eleganza perché grazie alla sua grande malleabilità e consistenza ci permette di avere delle superfici di vetro superiori a qualsiasi altro materiale. Utilizzato per questo scopo, un po come gli infissi vecchi in lamiera ora non più usati.

Anche la scelta dei colori disponibili è un elemento che ci porta a sceglierli perché la gamma è vasta. Si va dai colori RAL agli ossidati e anche alle tinte legno quindi vanno bene in ogni contesto. Ma adesso entriamo nei particolari, cosa dobbiamo sapere per fare la scelta giusta. Per prima cosa il tipo di alluminio, oggi c’è in commercio quello a taglio termico che a differenza del tipo freddo garantisce una conducibilità termica molto inferiore.

Questo è un elemento da non sottovalutare perché quello che spendiamo di più al momento dell’acquisto ci costerà meno per il resto del tempo. Come lo spessore del profilo che scegliamo anche questo come il tipo di vetrocamera è un fattore che ci garantisce più isolamento.

Ma quello che non vediamo in un infisso di alluminio e che è molto importanti sono gli accessori. Questi servono per assemblarli, qui dovete far richiesta esplicita che vengano usati prodotti in alluminio e sopratutto fatti in Italia. Non per amor di patria ma per il fatto che sono di qualità superiore.

2) Il Pvc

Il PVC da qualche anno è diventato un prodotto di alta qualità negli infissi; garantendo robustezza grazie alla sua rigidità e sicurezza; visto i rinforzi in acciaio nei punti più vulnerabili. Anche l’eleganza viene garantita dalla sua malleabilità e dalla scelta dei colori anche qui ampia.

Ma come per l’alluminio anche per il pvc bisogna stare attenti a quale materiale ci viene proposto perché anche qui ci sono profilati leggeri quindi di qualità scarsa che cercano di propinarvi grazie al prezzo più competitivo, e richiedere sempre materiali di alta qualità da mettere nei punti dove vengono applicate le saldature. Tuttavia anche se materiale robusto per finestre di grandi superfici questo prodotto mostra la sua debolezza perché non dà le garanzie del legno e dell’alluminio.

Sono infondate le paure che sia un prodotto cancerogeno mentre sono elevate le prestazioni contro rumorosità e resistenza termica. Molto resistente agli agenti atmosferici e alla salsedine, quindi consigliati in zone vicino al mare, mentre soffre i raggi del sole, se esposta per tempi lunghi i colori si deteriorano.

3) Il legno

Il legno da sempre è stato il materiale più usato per infissi porte ecc ed essendo un prodotto naturale non ha controindicazioni di nessun genere. Garantisce eleganza e resistenza e può essere utilizzato anche per superfici di grande ampiezza. Anche per il legno bisogna stare attenti al tipo usato perché ce ne sono di tante qualità e quindi il prezzo varia anche a seconda del legno usato.

L’isolamento termico è garantito come quello acustico e la sua resistenza agli agenti atmosferici è molto nota sopratutto con gli ultimi ritrovati tecnici che permettono di allungare i tempi della manutenzione cosa che bisogna comunque fare e che garantisce la durata nel tempo illimitata. L’eleganza del legno è imbattibile infatti viene imitata nelle rifiniture dagli altri materiali e conferisce un tocco di classe in più anche se il costo è un po il suo punto debole.

Precedente Infiltrazioni d'acqua dal balcone segnali e rimedi Successivo La crepa nel muro cause e rimedi