Come sostituire lo scaldabagno



La sostituzione dello scaldabagno viene vista sempre come una cosa quasi impossibile, mentre se uno sa cosa fare, si rende conto che non è poi così complicato, ed è per questo che ho voluto scrivere questa guida: Come sostituire lo scaldabagno. Iniziamo col fare l ‘ elenco delle varie fasi: Svuotare lo scaldabagno, sganciarlo dai supporti e scenderlo a terra, agganciare il nuovo boiler, fare gli allacci. Come vedi niente di impossibile, soprattutto se hai una guida dettagliata che ti spiega passo per  passo cosa fare.




Quello che ti serve:

- Due chiavi 21/23
- Una pinza a pappagallo
- Un cacciavite a croce
- Una confezione di teflon
- Due flessibili da 30 cm
- Un cacciavite a taglio piccolo
- Un tubo di gomma grosso *


*il tubo di gomma grosso ti serve se il boiler non è installato sulla vasca da bagno, per svuotarlo, altrimenti puoi farne a meno. Grosso quanto possa entrarci dentro un tubo da mezzo pollice, e lungo fino a che arrivi al primo sanitario vicino.

Finita questa premessa obbligatoria, passiamo alle cose formali, come direbbe qualcuno.



 La prima cosa da fare, è svuotare il boiler, quindi chiudi l’ acqua dalla valvola generale, quella vicino al contatore, e apri i rubinetti del bidet e del lavabo, per svuotare l ‘ impianto;  appena non esce più acqua dal bidet, chiudi i rubinetti;  adesso togli la spina dello scaldabagno dalla presa, e la attorcigli su se stessa, aiutandoti con del nastro adesivo in modo che non penda, prendi la chiave 23 e smonta i flessibili dalla parte del boiler iniziando con quello di sinistra che è quello di  acqua calda. Uscirà un poco d’ acqua, ma non preoccuparti, smetterà subito,  quindi prendi il  tubo di gomma, ed inseriscigli dentro il tubo che è attaccato al boiler dove era allacciato il flessibile che hai appena smontato; se occorre, fissalo col nastro adesivo ben saldo. 

IT 468x60
Adesso come potrai notare, l’ acqua esce a singhiozzo, e questo perché manca l’ aria dentro al boiler, cosa che rimedierai, smontando l’ altro flessibile, compreso di valvola di sicurezza. Adesso, se i flessibili che sono rimasti allacciati al muro sono ottimi potresti anche lasciarli allacciati per riutilizzarli, altrimenti sostituiscili.
Adesso che il boiler è libero, l ‘ acqua esce più velocemente e non ti rimane
altro da fare, che aspettare che si svuoti completamente.
Nel frattempo puoi aprire la confezione del nuovo scaldabagno, dove troverai oltre al certificato di garanzia e manuale, anche la nuova valvola di sicurezza;


se guardi attentamente la valvola, ha su un lato disegnata una freccia, quella indica la direzione di passaggio dell’ acqua, quindi la parte dove c’è la punta della freccia, va montata verso lo scaldabagno; quindi prendi il teflon, lo passi attorno alla filettatura del tubo blu del boiler, e appena guarnito bene, puoi dare una occhiata a questa mia guida : Come guarnire un raccordo, puoi metterci la valvola di sicurezza.
Nel frattempo lo scaldabagno appeso si sarà svuotato, e se è così, puoi metterlo giù in questo modo: togli il tubo di gomma che era fermato col nastro, e una volta libero, se si è in due è meglio, ma anche da solo lo si riesce a scendere senza problemi, basta fare in questo modo: Con le due mani, li metti sotto mettendo i pollici sotto, e i palmi su i bordi, non è pesante quindi è solo questione di equilibrio, con questa presa, riesci a controllare anche una leggera oscillazione, la manovra che farai, deve essere compiuta in massima tranquillità, appena farai forza a sollevarlo, ti accorgerai che è leggero quasi come quello nuovo, la differenza può essere data solamente se al suo  interno c’è  del calcare, e niente altro. Adesso con questa presa, devi sollevarlo in modo che si sganci dai supporti, quindi bastano tre centimetri, e subito dopo lo sposti verso il lato che ti viene più comodo di circa 15 centimetri,  e lo fai scivolare verso terra, tenendo sempre una posizione perpendicolare, fino a che non arriva a terra.




Adesso che hai tolto il vecchio boiler, con lo stesso sistema devi mettere su il nuovo, facendo l’ inverso di come hai fatto precedentemente, quindi bisogna sollevare il boiler facendolo scivolare sulla parete, spostato di 15 centimetri dal lato che ti viene più comodo, e appena arrivato un po’ più sopra dei supporti, lo sposti fino a che i supporti del boiler sono sopra i ganci, e lo fai scendere su di loro, mollando la presa solo quando hai la certezza del suo bloccaggio. 
Ripeto, è un lavoro che si può fare anche da solo, ma se non ci si sente al sicuro, è meglio non provare, non mi assumo nessuna responsabilità per eventuali danni che possano capitare a persone o cose, quindi meglio operare solo se si è sicuri.
Adesso che lo scaldabagno è sui supporti, non rimane che collegare il cavo per l’ alimentazione elettrica, aprendo il carter del vecchio boiler, puoi smontare quello stesso cavo, e rimetterlo sul nuovo, basta copiare il collegamento del vecchio e riportarlo sul nuovo, e dopo aver messo il cavo al suo posto, non rimane che collegare i flessibili mettendo le guarnizioni nuove, e riaprire l’ acqua per fare caricare il boiler. Solo dopo essere pieno potrai inserire la spina nella presa elettrica, per non rischiare di bruciare la resistenza. Regola la temperatura non superiore ai 60 gradi, in questa guida spiego il perché, e adesso devi solo preoccuparti di smaltire il vecchio boiler.


Inserisci la tua e-mail :

Informativa sulla registrazione