Come effettuare la sostituzione del termostato dello scaldabagno

Sostituire il termostato allo scaldabagno

Questa mattina volevi farti una doccia e appena hai dato uno sguardo allo scaldabagno, hai capito che acqua calda nemmeno l’ ombra, anche se effettivamente per essere acceso è acceso, però la spia rossa ieri era accesa, e adesso no, come mai? Si spegne quando l’ acqua calda ha raggiunto la temperatura programmata, ma qui è a zero ed è tutto spento, controlli la spina ma niente, la presa funziona facendo la prova col phon e quindi a forza di escludere hai capito che si è guastato lo scaldabagno. Ma cosa si guasta nello scaldabagno? Il termostato, e guarda caso ho fatto questa guida: Come effettuare la sostituzione del termostato dello scaldabagno. Le cause che possono guastare un termostato sono tante, quindi nemmeno conviene elencarle, anche perché sono impossibili da prevedere, quindi la cosa di cui bisogna occuparsi, è solamente della sua sostituzione. Adesso starai pensando che sarà una cosa impossibile, ma ti posso garantire, che se hai un po’ di pazienza, e segui questa guida, sostituire il termostato del boiler è una cosa molto semplice. Diamo una occhiata a cosa ti occorre per fare questa operazione.

Quello che ti serve:

Un cacciavite a croce
Un Cerca fase
Una pinza dalle punte sottili
Un termostato nuovo

Procedura:

Per prima cosa, stacca la spina dello scaldabagno dalla presa, o se c’ è l’ interruttore, mettilo in posizione spento, se hai dubbi, stacca la luce dal quadro generale, meglio mettersi al sicuro. Adesso col cacciavite a croce, devi svitare le viti che sorreggono il carter di plastica che copre la zona dove c’è la resistenza, se guardi attentamente, scorgerai i fori dove sono inserite le viti. Quando lo sviti accompagnalo, perché ci sono i due fili sottili che accendono la lampadina e che sono collegati al termostato quindi se lo lasci cadere col suo peso, potrebbero anche spezzarsi.


Adesso col carter lasciato a pendere, se segui i fili che dalla presa o interruttore, arrivano al termostato, vedrai che nei punti dove sono inseriti, ci sono due viti che li serrano, adesso devi svitare queste due viti, e tirare via i fili, mentre i due piccoli che fanno accendere la lampadina rossa che indica l ‘ accensione del boiler, con la pinza a punte sottili, li sfili fuori da dove sono alloggiati; questi hanno alle loro estremità due pioli di rame, quindi sono semplici da sfilare.
Adesso non ti rimane altro che tirare fuori il termostato quindi puoi afferrarlo con le mani, a tirarlo verso il basso, in pratica come si fa con una normale spina. Adesso che lo hai sfilato, non devi fare altro che procurartene uno uguale. Appena hai preso il pezzo nuovo, devi fare tutto il procedimento fatto prima, al contrario, quindi inserisci il termostato al suo posto, inserisci i fili della presa o interruttore nel termostato nuovo, inserisci i due pioli dei fili della spia e regoli la temperatura massima da raggiungere, in questa guida spiego questo passaggio che è molto importante anche per il risparmio, e dopo blocchi il carter con le viti, e provi se il boiler funziona, cosa del resto sicurissima.

Inserisci la tua e-mail :

Informativa sulla registrazione