Autoclave funzionamento e installazione

Autoclave funzionamento e installazione

L’autoclave è un sistema di alimentazione acqua potabile per gli immobili che permette di avere la stessa pressione di acqua in tutti i piani indistintamente. In pratica il suo funzionamento viene reso possibile dai vari componenti che inizialmente erano: Un serbatoio dove contenere l ‘acqua per garantire che in stabili con diversi appartamenti, nei momenti di maggior approvvigionamento degli appartamenti, calasse la portata d’ acqua. Una pompa elettrica che serve a portare pressione dentro il polmone, e quindi a garantire che il tutto funzioni.
Un polmone che non è altro che un serbatoio con al suo interno un pallone dove arriva l ‘ acqua dal serbatoio spinta dentro dalla pompa elettrica per garantire la pressione costante regolata da un pressostato. Il polmone è collegato alla condotta di alimentazione dell’ immobile. Il funzionamento: Quando un utenza apre il rubinetto, il polmone provvede a dare la spinta a l’ acqua per farla arrivare al rubinetto con la pressione che si è stabilito al momento della sua installazione; quando questa scende sotto un livello anche esso stabilito nel momento del montaggio, la pompa elettrica si attiva comandata dal pressostato, e ripristina la pressione dentro il polmone. Questa era la tecnologia utilizzata anni fa, ma che ancora oggi si utilizza in alcuni casi, mentre nei nuovi impianti, è stato adottato un altro sistema che elimina quei fastidi che il polmone causava in alcune situazioni, vale a dire, la pressione al rubinetto che in alcuni casi faceva altalena, causando molte arrabbiature sotto la doccia. Il nuovo sistema consiste nel togliere il polmone e il pressostato, che vengono sostituiti da un press control che da solo regola la pressione tenendola stabile senza il fastidio di alti e bassi. Adesso vediamo cosa serve per installare un autoclave da zero.
Quello che ti serve:

Un serbatoio per acqua potabile
Un elettropompa
Un press control
Due valvola da 1 pollice e ¼
Una valvola da 1 pollice
Due valvola di ritegno da 1 pollice e ¼
Un galleggiante a palla da 1 pollice e ¼
Un galleggiante elettrico
3 raccordi M/M da 1 pollice e ¼ due con ghiere
1 gomito F/F da 1 pollice e ¼
2 raccordi per tubo polietilene M 1 pollice e ¼ x bloccaggio tubo 1 pollice e ¼

Attrezzatura :

1 svedese da 2 pollici
1 chiave regolabile
2 pinze a pappagallo
Un seghetto
Cacciaviti e forbice spela fili
Nastro isolante canapa e pasta verde

Procedura :
La prima cosa da fare è quella di trovare una postazione per il serbatoio, deve essere solida e in posizione piana, per evitare che in caso di fondo non stabile o in pendenza, una volta pieno, il serbatoio potrebbe subire delle forze alla struttura che con l ‘ andar del tempo causerebbero rotture danneggiando il serbatoio in modo irreversibile. Fatto questo, puoi dedicarti al montaggio dei raccordi al serbatoio; prendi il galleggiante svita la ghiera completamente, ed inseriscilo dentro il serbatoio, facendo uscire dal foro nella parte alta, la barra filettata facendo in modo che la guarnizione di gomma, rimanga dalla parte interna del serbatoio, mentre nella parte che esce dal foro, applica della canapa, puoi leggere questa guida su come guarnire un raccordo, ed avvitagli la valvola aiutandoti con lo svedese e la chiave regolabile.


Adesso prendi l’ altra valvola ed avvitalo al raccordo basso quello di uscita del serbatoio dopo aver guarnito il raccordo; adesso che le due valvole sono montate, trova una postazione per la pompa elettrica, e installala bloccandola a terra con dei tasselli; prendi il press control, applica del teflon nel raccordo che va montato alla pompa, ed avvitalo, mentre nel raccordo superiore, dopo aver messo il teflon, monta il gomito F/F da 1 pollice e 1/4 . Nel raccordo di uscita della pompa, puoi montare il raccordo per tubo di polietilene, ed i collegamenti idrici alla pompa sono predisposti.
IT 468x60
Adesso bisogna prendere le misure che vanno dal serbatoio al punto di alimentazione acqua, e dal serbatoio alla pompa, e dalla pompa al punto di fornitura acqua del immobile. Sommando queste misure, viene fuori la quantità di tubo da acquistare, in modo che i tre punti possono essere collegati. Controlla che dimensioni ha il raccordo che c’è installato dove bisogna prendere l’ acqua per alimentare il serbatoio, e procurati anche questo per agganciarlo al tubo che acquisterai. Adesso che hai il tubo, collega il serbatoio al punto dove prendere l’ acqua, e ricordati di montare la valvola prima di montare il tubo, quindi collega l’ altra estremità alla valvola dell’ ingresso acqua del serbatoio, stessa cosa fai con la valvola di uscita del serbatoio, inserisci il tubo nel raccordo, e l’ altra estremità al gomito del press control, inserendo tra tubo e press control, la valvola di ritegno, la freccia stampata sopra la valvola, indica il senso di passaggio acqua. Adesso collega col tubo l’ uscita della pompa al punto di fornitura acqua del l ‘ immobile.

Adesso hai collegato tutto l’ impianto, devi solo fare i collegamenti elettrici. Adesso bisogna inserire il galleggiante elettrico dentro il serbatoio, facendo uscire il filo dalla parte superiore del serbatoio, l ‘ importante è che il terminale del galleggiante, appoggi al fondo del serbatoio in modo orizzontale, per poter funzionare bene. Questo galleggiante, serve a fermare la pompa in caso di mancanza di acqua nel serbatoio. Se il filo è corto, devi prolungarlo, anche lui deve arrivare alla pompa; anche un filo di alimentazione elettrica deve arrivare alla pompa, ed assieme al filo del galleggiante elettrico, seguendo lo schema riportato nel press control, devono essere collegato al suo interno. Seguendo le indicazioni nel manuale, riuscirai facilmente a fare i collegamenti. Adesso dovrebbe funzionare tutto.

Inserisci la tua e-mail :

Informativa sulla registrazione