Infiltrazioni d'acqua : ecco il rimedio



In certe occasioni può capitare di vedere delle macchie di umidità sulle pareti nelle zone che sono a contatto col pavimento e precisamente subito sopra il battiscopa e notando che il pavimento è a posto  non ti spieghi come possa essere possibile tutto ciò e non sai cosa fare, niente panico adesso ti spiego come eliminare le infiltrazioni d' acqua dal terrazzo e dal balcone in modo facile e senza bisogno di professionisti con difficoltà minime.
Occorre fare una precisazione però, le infiltrazioni d' acqua possono essere causate da tante situazioni e sono differenti se prendiamo in considerazione ad esempio i balconi o le terrazze quindi in questa guida tratteremo le due tipologie singolarmente per evitare di fare confusione.



Guida: Come impermeabilizzare con guaine.
Il balcone aggettante : 

Le infiltrazioni d' acqua dai balconi aggettanti possono essere causate dalle lastre di marmo che sono messe a bordo dei suoi  lati e che di solito sono in corrispondenza della ringhiera che con l' andar del tempo staccandosi la sigillatura dei giunti quali i punti di unione tra una lastra ed un altra o tra la lastra e i mattoni favoriscono la penetrazione dell' acqua che col tempo riesce a farsi strada fino ad arrivare sotto il pavimento, o per cause che competono alle mattonelle per lo stesso motivo oppure perché magari come può succedere anche per le lastre di marmo, accidentalmente si rompono per degli oggetti che gli finiscono sopra e di conseguenza si ha la stessa situazione di una giuntura non stuccata. Queste situazioni se prese in tempo, possono essere riparate senza la necessità di dover intervenire drasticamente rimuovendo il pavimento compreso il massetto e le lastre di marmo perimetrali, per rifare il tutto ex novo con conseguente conto non indifferente da pagare.

Guida: Infiltrazioni d' acqua cosa fare.
In una situazione del genere, e avendo notato le macchie dell' acqua subito dopo la loro comparsa dove per subito dopo non intendo all ' indomani, ma è sufficiente accorgersene anche a fine della stagione invernale si può adoperare questo trattamento per rimettere tutto a posto senza bisogno di dover ricorrere alle maniere forti. Se il tempo trascorso dalla comparsa dell' acqua alla tua scoperta invece è parecchio, non c'è rimedio serio che possa evitarti i lavori pesanti, ecco perché è sempre importante tenere sotto controllo le zone esterne delle abitazioni, per prevenire queste spiacevoli conseguenze. Se il tempo trascorso è troppo puoi accorgertene notando dei rigonfiamenti del pavimento o delle lastre di marmo che sono quasi staccate e in questo caso viene intaccata anche la parte sottostante del balcone, con rischi di cedimento di parti di intonaco che possono comportare altre responsabilità. 



Come intervenire :


Dal sopralluogo effettuato hai preso coscienza che la situazione non è tragica ma che si sono verificate le condizioni perché lo diventi, allora in questo caso è arrivato il momento di porvi rimedio. Quello che ti occorre per sbrigare questa faccenda sono :


  • Un secchio 
  • Una scopa
  • Un mocio
  • una spatola da 4 cm
  • una bottiglia di sgrassante
  • Cemento per fughe 2 kg
  • Una spazzola setole forti
  • una latta 1 litro di Proter   ( resa 10-15 mq )
  • Un pennello o rullo


Guida: Soglie dei balconi.
Adesso che ti sei procurato tutto il necessario puoi dedicarti al lavoro vero seguendo questi semplici consigli. Dopo aver tolto tutto dalla zona da trattare inizia da un lato e con la spatola devi passare sopra ogni fuga rimuovendo quelle parti di stucco che non sono coese senza saltarne nessuna insistendo dove ti accorgi che anche se dura vedi che non è perfettamente attaccata, questa fase è importante, perché basta che rimanga qualche parte non pulita e il risultato potrebbe essere compromesso, quindi prenditi tutto il tempo che ti serve senza nessuna fretta.


Guida: Infiltrazioni d' acqua dal balcone.
Le parti che riguardano il battiscopa e precisamente le giunture tra battiscopa e pavimento oltre a quelle tra i mattoni e la parte che va a contatto con l ' intonaco del muro meritano la stessa attenzione se non di più. Finita questa fase bisogna dare una spazzata con la scopa e raccogliere tutto quello che è stato tirato via e subito dopo utilizzando la spazzola con setole forti, ripassare sopra ogni fuga per essere certi di asportare ogni piccolo granello di cemento ammalorato. Sei a buon punto diciamo che il lavoro più duro è stato terminato e adesso sei in discesa. Ora prendi il secchio e ci metti dentro lo sgrassante, leggi bene se deve essere usato così come è oppure se necessita diluizione e in che percentuale, una volta preparato il tutto comincia sempre aiutandoti con la spazzola a setole dure a sgrassare tutta la zona strofinando più che puoi per assicurarti che il prodotto agisca in modo efficace, lascialo agire per qualche minuto e poi risciacqua con abbondante acqua. Adesso prepara un po di cemento mischiandoci poca acqua alla volta per non farlo troppo liquido e senza prepararne troppo, basta un paio di mestoli per volta per intenderci, e deve avere la consistenza del dentifricio, e mentre il pavimento è bagnato, quindi se nel frattempo si è un pò asciugato conviene  bagnarlo ancora, comincia a chiudere tutte le fughe aiutandoti con la spatola pressando il cemento sopra la fuga e asportando quello in esubero.

Quando ti accorgi che il cemento è asciutto, lo puoi notare perché la parte residua sopra i bordi del mattone è quasi diventata polvere e appena gli passi sopra il dito si toglie, prendi mezzo secchio di acqua ci aggiungi un po di sgrassatore diciamo un 10% del volume della acqua e immergendo una spugna e poi strizzata inizi a rimuovere tutto il cemento superfluo. Adesso dopo aver finito la pulizia generale bisogna aspettare che sia ben asciugato prima di passare alla fase finale, e cioè dare una mano di proter ed eventualmente anche due. Ma cosa è questo prodotto ?   Il PROTER è  un trattamento  idrorepellente altamente  tecnologico 


Guida: Rifacimento tetto.
che  consolida e protegge le superfici di terrazze e balconi saturando le macroporosità dei supporti riparando crepe e fessure di dimensioni fino ad un millimetro. Il Proter  è un liquido incolore e viene assorbito senza lasciare segni può essere applicato a rullo o pennello su tutta la superficie e una volta steso penetra nelle fessure rendendo idrorepellente ogni supporto agendo con una forza espansiva che gli permette di raggiungere zone fino a 20 centimetri di profondità, in pratica è come se si mettesse una guaina invisibile sui pavimenti.
Dopo l' applicazione bisogna aspettare 24 ore prima di poter calpestare la zona trattata.

Il Balcone incassato o la terrazza



Il balcone incassato come la terrazza di solito è circondato da muri e di conseguenza le cause che possono portare le infiltrazioni d ' acqua  sono maggiori e andiamo adesso a scoprirli.
Essendo un area circondata da muri, gli sfoghi dove evacuare l' acqua sono dei fori che attraversano questi muri e di solito sono questi i punti deboli. Però di solito se l' acqua si infiltra da quella zona, è facile scoprirlo, perché le pareti in corrispondenza del foro sono le prime a manifestare le macchie di umidità e si capisce bene che se il problema è questo bisogna per forza di cose aprire il pavimento per porvi rimedio. Altre cause potrebbero essere le pareti parapetto che hanno alla loro sommità dei coprimuro in mattoni o in lastre di marmo e anche queste, se non stuccate bene possono prendere acqua e pian piano depositarla direttamente sul cemento del solaio, perché i muri poggiano sul solaio e non sul pavimento, quindi la parte sotto non è impermeabilizzata. Era giusto fare queste precisazioni per capire meglio le differenze dei diversi casi e quindi possiamo concludere dicendo che se queste situazioni sono escluse da un primo sopralluogo, allora si può operare come già spiegato prima sul balcone aggettante. Meglio comunque fare un trattamento del genere ogni qualvolta ce ne bisogno alla fine non costa tanto ma previene le necessità di dover poi spendere tantissimo per riparare i danni che le infiltrazioni d ' acqua causano.


Inserisci la tua e-mail :

Informativa sulla registrazione