Sostituire una piastrella



Nella nostra casa oltre al pavimento ci sono ambienti come il bagno e la cucina che hanno le pareti rivestite in piastrelle e quando ci capita che qualcuna di queste si rompe non sappiamo a chi rivolgerci o cosa fare per porvi rimedio, questa guida vi spiegherà passo passo cosa fare per riuscire a sostituire una piastrella senza aver bisogno di chiamare nessuno e senza problemi.
Per informazione vi ricordiamo che tra il pavimento e il rivestimento delle pareti molto spesso il materiale è diverso perché può capitare di avere un pavimento in marmo oppure in mattoni di cemento con segati di marmo dove la sostituzione del mattone rotto non si limita solo alla sostituzione del pezzo ma occorre in seguito procedere alla sua lucidatura che è una cosa un po complicata da fare senza gli attrezzi adeguati, quindi questa guida prende in considerazione la sostituzione di piastrelle in ceramica. Per prima cosa se non abbiamo la piastrella bisogna 


procurarcene una che anche se non sia la stessa deve avere comunque le stesse dimensioni procuriamoci un po di colla per piastrelle che possiamo comprare anche in ferramenta, una spatola un martello e un cacciavite a taglio grosso. Iniziamo a percuotere col martello la piastrella rotta senza uscire dai suoi margini per evitare di rompere le altre e spezziamola in tanti pezzetti piccoli, questo ci agevolerà la sua rimozione senza scheggiare le altre mattonelle, e aiutiamoci col cacciavite utilizzandolo come scalpello  per rimuovere gli angoli che rimangono incastrati per via della sigillatura  assestando dei singoli colpi precisi senza fretta per essere sempre sicuri che stiamo colpendo il punto giusto. Appena finito di rimuovere tutti i frammenti di piastrella, possiamo anche usare un aspirapolvere per rimuovere i frammenti più piccoli, raschiamo via la colla con la spatola in modo da avere il fondo ben pulito e liscio pronto per poter posare la nuova mattonella senza impedimenti che la lascerebbero più sollevata del pavimento.
                                                                             Leggi pure:    Mattonelle cucina   
Adesso che è tutto pronto prendiamo una bacinella e mettiamo un po di colla e poca acqua e mescoliamoli in modo da avere un impasto non molto denso e nemmeno tanto fluido deve avere una consistenza tale che se messa sulla mattonella e capovolta la colla non deve scivolare. Adesso che l'impasto è pronto, mettiamolo sulla mattonella con la spatola facendo delle righe non più alte di un centimetro di spessore e con una distanza di cinque centimetri l'una dall'altra, questo ci consentirà di poter abbassare la nostra piastrella fino al giusto livello senza che rimanga più alta del pavimento o più bassa, adesso posizioniamola nella sua sede, e  facendo pressione con le mani la abbassiamo fino a che non combacia perfettamente con le altre mattonelle in tutti e quattro gli spigoli, per sigillare le giunture usiamo lo stesso materiale che è presente nel pavimento quindi se c'è fuga useremo quella dello stesso colore mentre in caso contrario potremmo usare del cemento bianco mescolato con dell'acqua alla stessa densità della colla  e passato sul pavimento con la spatola per poi rimuoverlo con un panno asciutto. Pulire il tutto facendo attenzione a non salire sulla piastrella per almeno mezza giornata e il lavoro è completato.
Per qualsiasi domanda sul procedimento della lavorazione o dei materiali ecc.ecc potete tranquillamente lasciare un commento qui oppure contattarci tramite mail e riceverete una risposta in breve tempo.                                                                              


Inserisci la tua e-mail :

Informativa sulla registrazione