Cassonetti tapparelle coibentati


Edilservice realizza cassonetti coibentati chiedi informazioni



Per avere un perfetto taglio termico con gli infissi dove sono presenti le tapparelle, bisogna coibentare per bene il cassonetto dove viene raccolta la tapparella una volta tirata su, perché purtroppo questo è il punto più debole dell'intero infisso, e tra l' altro, viene quasi sempre sacrificato quando si decide di rifare gli infissi, per ridurre il costo dell'intervento, visto che per sostituire anche questa parte, il lavoro da compiere sarebbe molto più complicato, perché si dovrebbe intervenire anche sulla muratura, cosa che in un palazzo coinvolgerebbe parti condominiali come la facciata e si andrebbe contro a dei problemi che complicherebbero ancor di più il lavoro. In questi casi, quindi, si interviene solo con la
sostituzione delle ante, e l'aggiunta del nuovo telaio da apporre sopra quello esistente, in questo caso, si riduce di poco il vano finestra, ma si riduce di molto il costo dell'intervento, e non mi sembra onestamente cosa da poco. Però ci rimane sempre il problema dell'isolamento termico che crediamo di aver risolto, ma non è proprio così, vediamo perché. Se guardate da fuori la tapparella, nella parte proprio dove scompare, cioè quella alta, vedrete che c'è uno spazio di circa 2 cm o anche più, che serve per consentire il passaggio della tapparella per fare sali e scendi, e fin qui vi chiederete che è tutto normale, tanto è fuori, ma non è proprio così, perché l'aria che si filtra da questa fessura, viene raccolta tutta dentro il cassonetto, creando così una vera e propria bomba termica, perché le pareti del cassonetto, che di solito sono molto sottilissime, scambiano la temperatura interna al cassonetto, con quella dell'ambiente abitato, rendendo vano gran parte del lavoro che svolgono i nuovi serramenti. Lo stesso cassonetto, molte volte ha qualche crepa nella sua struttura, e se datato, anche negli agganci al muro ci sono delle fessure, che aumentano ancora di molto lo scambio termico, e come se non bastasse, un altro punto debole, è il foro dove passa la corda, se ci mettete la mano, sopratutto nei giorni di vento, vi accorgerete di quanta aria passi da li. La soluzione a tutto questo senza dover per forza fare degli interventi molto invasivi, è quella di coibentare i cassonetti, in modo che vengano ben sigillati, e le sue pareti ispessite e ben isolate con materiale altamente coibentante. Questo è un lavoro che si realizza in massimo 2 giorni, e vi rende veramente la casa ben isolata, e a basso consumo energetico.